Leggi le storie

Il dopo e l'universo

Lucio mi sta aspettando.
Dove è lui ci sono tante persone e tanti “Lucio”.
C’è un Lucio che sta sempre con sua mamma, tanto amata. Forse con sua mamma Lucio è giovane, è bambino, forse è il ragazzo dell’epoca in cui ha perso la mamma. Anzi ci sono il giovane con la mamma in città, il bambino con la mamma in campagna, l’adulto malato, molto sofferente,  ma accolto e consolato dal caldo incontro con la mamma.
Poi c’è Lucio che sarà sempre con me; anche per noi ci saranno più situazioni:  negli anni in cui eravamo giovani e felici, ma anche la coppia degli ultimi anni di malattia e sofferenza. Io lì potrò riabbracciare Lucio e sentirmi ripetere che, da quando è lì, non ha sofferto più...
 
L’universo in cui è Lucio è proprio molto popolato: ci sono persone cattive viste come tali da coloro che hanno subito la loro cattiveria, ma le stesse persone cattive stanno anche con coloro che
hanno amato e che le hanno amate.
 
In quell’universo c’è posto per tutti, per i buoni, per i cattivi, per i saggi, gli stolti, i forti, i deboli, per coloro che vogliono stare soli,  per quelli che vogliono compagnia, magari nell’attesa dell’arrivo di un loro caro, ecc.
Tutte queste possibilità sono state realizzate da sempre, da quando sulla terra è comparso e poi scomparso il primo uomo, da decine e decine  di migliaia di anni, di popoli, di culture, ecc.
C’è posto per tutti perché quello è l’universo.
Si compone di un numero sterminato di corpi celesti, di spazi, ecc..
Le varie situazioni individuali hanno moltiplicato il già enorme numero delle presenze; ma questa è la ragione per cui l’universo è immenso.
O meglio l’universo è infinito e sempre in espansione per ospitare tutti.  Per ospitare anche tutti coloro che verranno, che non sono ancora nati ma che saranno sempre più numerosi....
L’universo sarà sempre in continua espansione...
 
Forse la terra non è l’unico luogo dell’universo con ospiti che poi possono vivere e rivivere da soli o con altri le proprie storie, oppure possono far rivivere ad altri ciò che hanno vissuto in passato o forse possono, rivivendo il passato, modificarlo.
Altri mondi avranno le stesse possibilità, c’è proprio posto per tutti e per tutto ciò che ognuno ha amato, sognato, sperato, concluso, sofferto, penato, ecc.
Ognuno avrà: in funzione del proprio desiderio, della propria cultura, evoluzione, ecc. senza arrecare danno a nessuno.
 
Pinochet sarà a confronto con tutte le persone che ha straziato, ma sarà anche in braccio a sua madre, così Hitler. Anche Padre Pio avrà la gratitudine costante di tutti coloro che ha amato e aiutato e l’incontro, certamente altrettanto ricco d’amore, con chi lo ha avversato e punito. Annibale riavrà la stima della sua gente. Ciccio e Tore  torneranno a giocare fuori dal pozzo di Gravina, ecc. ecc. ecc.
 
Ognuno potrà conoscere, capire, vedere, ignorare, fare, rifare, ........ avanti e indietro nel tempo,  quando e come vorrà............per sempre.

Aggiungi commento


Ultimi commenti

  • Buongiorno, leggere la storia di Mauro dà speranza, ed è fondamentale, è vero. Ho 46 anni e sono entrata da un giorno all'altro in ...

    Leggi tutto...

     
  • Ciao sono un collega medico che sta vivendo il tuo stesso dramma. Stessa sintomatologia e stessa diagnosi. Ho fatto un primo ciclo ...

    Leggi tutto...

     
  • Mia madre ha gli stessi sintomi.... Non riusciamo a trovare la giusta strada il neurologo ha parlato di neuropatia... Gli ha dato ...

    Leggi tutto...